PAN BAULETTO

Per chi, come me, ama fare colazione con i toast, o con una bella fetta di pane, spalmato di cioccolata o di marmellata, propongo questa ricetta di lievitato, tipo pan bauletto.

Sofficissimo pane, ottimo da consumare sia a colazione, sia ai pasti. Ottimo anche accompagnato da salumi e formaggi

Ma dove nasce l’idea del pane a forma di mattone?

Come sempre mi sono documentata e, sul sito www.guidatorino.com, ho trovato un interessante articolo a questo proposito.

In breve, l’articolo, racconta che il pancarrè, ha origine a Torino, verso la metà dell’ ‘800.

A quell’epoca, esisteva ancora la pena di morte, per mano dei boia.

I fornai, che, come tutti i cittadini, disprezzavano i boia e non tolleravano la loro presenza in città, quando vendevano, loro, il pane, lo porgevano capovolto, in segno, appunto, di disprezzo. I boia, offesi da quell’atteggiamento, si rivolsero alle autorità, che emisero un’ordinanza per vietare questa pratica.

A quel punto i fornai, per aggirare l’ostacolo, si inventarono il pane a mattone, che potevano continuare a porgere capovolto, ai boia, senza che questi potessero contestare, giacché era uguale da entrambi le parti.

Nacque così, il pane in cassetta o pancarrè o pan bauletto

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA PLUMCAKE SI CIRCA 28 CM

250 gr Farina 00

250 gr Farina Manitoba

5 gr Lievito secco, oppure 10 gr Lievito fresco

150 ml Latte (temperatura ambiente)

150 ml Acqua (temperatura ambiente)

1 Cucchiaino di Zucchero

1 Cucchiaino di sale

10 ml Olio Extravergine di Oliva

PREPARAZIONE:

Versiamo, in una ciotola, le farine, il lievito secco e lo zucchero. Se usiamo il lievito fresco, sciogliamolo in un poco di latte o acqua tiepida, prima di versarlo.

Mescoliamo ed iniziamo a versare gli ingredienti liquidi, compreso l’olio, poco alla volta, fino ad incorporarli, mescolando con le mani o con un cucchiaio. Per ultimo, uniamo il sale.

Quando il composto, sarà compattato, trasferiamolo su un piano da lavoro, leggermente spolverizzato di farina, ed impastiamo fino ad ottenere un panetto liscio e morbido.

Poniamolo nello stampo e, con una leggera pressione delle dita, modelliamolo, affinchè che ne copra tutta la superficie. Lasciamo lievitare fino al raddoppio, coperto da un canovaccio. Ci vorranno circa 2 ore.

Inforniamo a 200°, in forno statico preriscaldato, per circa 30 minuti, o fino a quando la superficie non sarà ben dorata.

Sforniamo, lasciamo raffreddare circa 10 minuti, poi, togliamolo dallo stampo e lasciamolo raffreddare completamente, su una gratella.