GATEAU DI PATATE IN PASTA SFOGLIA

Il gateau o gatò di patate è una pietanza salata, della tradizione partenopea, composto principalmente da patate e farcito solitamente da salame napoletano, e provola affumicata ma possono essere usati anche altri salumi e latticini o formaggi. Può essere servito per il pranzo, come piatto unico, o come secondo piatto.

Questa versione, ha un involucro di pasta sfoglia, che lo rende più pratico e stuzzicante. Il procedimento è un po’ diverso, rispetto alla ricetta originale, di conseguenza, la disposizione della farcia.

La praticità sta nel poterlo gustare anche in piedi, ad esempio ad un buffet, perchè non si sgretola, grazie alla sua base di pasta sfoglia.

Molto semplice da preparare, quindi poco impegnativo e veloce.

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA CM 24 DI DIAMENTRO:

1 Rotolo tondo di pasta sfoglia

3 Patate medie (pasta gialla)

2 Uova

3 Cucchiai di Parmigiano o grana grattugiato

50 gr di Burro

1 Pizzico di Pepe

1 Cucchiaino raso di sale

prezzemolo tritato q.b.

3 Cucchiai di pan grattato

PER LA FARCIA:

150 gr di Pancetta

150 gr Scamorzone

PROCEDIMENTO:

Cuocere le patate, con la buccia, per 30/40 minuti, a partire dal bollore.

Quando saranno pronte, scolarle e sbucciarle. Schiacciarle con uno schiacciapatate, mentre sono ancora bollenti. Aggiungere il burro, mescolare, affinché si sciolga con il calore delle patate e lasciare intiepidire.

Una volta tiepido, aggiungere le uova, il pepe, il sale, il formaggio e mescolare. Il composto risulterà molliccio.

Per questa versione, occorre aggiungere il pangrattato, che renderà il composto più compatto. Per chi gradisce, può aggiungere del prezzemolo tritato che, darà anche un tocco di colore.

Adagiare la pasta sfoglia nella teglia aggiungere metà del composto e livellarlo.

Distribuire prima lo scamorzone, poi la pancetta e coprire con il resto del composto.

Livellare bene. Spolverizzare con pan grattato e piegare, verso l’interno, i bordi della pasta sfoglia.

Infornare a 200° in forno statico, per circa 30 minuti

Sfornare, servire caldo o tiepido.